Il Tarlo Asiatico

Nelle Marche ed in particolare nel nostro territorio nei comuni di Magliano di Tenna e Grottazzolina si sta diffondendo un insetto innocuo per l’uomo ma molto dannoso per gli alberi, denominato Tarlo asiatico per la sua area di provenienza (nome scientifico: Anoplophora chinensis)

CARATTERISTICHE DI RICONOSCIMENTO

L’insetto adulto (detto anche cerambice dalle lunghe antenne), è di colore nero con macchie bianche sul dorso, · maschio misura 2,5-3,5 cm, ha le antenne lunghe due volte il corpo e vive circa 25 giorni indicativamente dall’ultima decade di maggio; · femmina misura circa 3,5 cm con antenne poco più lunghe del corpo e vive oltre 40 giorni e si può trovare sino a fine estate. Essendo in grado di volare, si diffonde rapidamente. La larva, priva di zampe, di color giallo con capo brunastro, può raggiungere 4,5-5,5 cm di lunghezza. Vive esclusivamente all’interno della pianta per uno o due anni.

QUALI DANNI PROVOCA

Le larve – se ne possono trovare alcune decine all’interno di uno stesso tronco – provocano i maggiori danni: per nustrirsi scavano lunghe gallerie all’interno del legno, compromettendo la vitalità delle piante, e favoriscono l’insediamento di altri parassiti. Gli adulti si nutrono della corteccia tenera dei rami più giovani, che diventano secchi.

SINTOMINI DELLE PIANTE

Foglie e rami secchi all’interno delle chiome degli alberi; · fori perfettamente circolari, con un diametro di circa 1,5-2 cm, alla base delle piante o sulle radici affioranti, che testimoniano la fuoriuscita dell’insetto adulto; · cumuli di segatura alla base delle piante, in particolare sulle radici affioranti: sono il risultato dell’attività delle larve che si alimentano a spese del legno.

Quali piante colpisce

Acero, carpino, betulla, faggio, ippocastano, lagerstroemia, lauro ceraso, ontani, platano, rosa e fra gli alberi da frutta melo, nocciolo, pero. Non attacca le conifere (piante con aghi).

CAMPAGNA DI AVVISTAMENTO

Da quando il Tarlo asiatico è comparso nella nostra Regione e nel nostro territorio, in particolare nei comuni di Magliano di Tenna e Grottazzolina, il Servizio Fitosanitario Regionale ASSAM, sorveglia il territorio ed attraverso l’abbattimento, elimina le piante colpite, unica modalità conosciuta per contenere la diffusione dell’insetto. Le conseguenze dell’insediamento definitivo dei due insetti nel nostro territorio potrebbero essere molto gravi.

COLLABORA ANCHE TU ALLA CAMPAGNA DI AVVISTAMENTO

Se vedi il Tarlo asiatico, segnala immediatamente la sua presenza:

► chiamando il numero 0734-952047 o 0734-952044 COMUNE DI MONTEGIORGIO SERVIZIO URBANISTICA-AMBIENTE

► scrivendo all’indirizzo di posta elettronica benni.giorgio.@comune.montegiorgio.fm.it

► chiamando l’ASSAM Regionale al numero IL TUO CONTRIBUTO PUÒ SALVARE MOLTE PIANTE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.